Innovazione didattica e metodologica: competenze digitali e nuovi ambienti per l’apprendimento

Team

Prof. DS Anna Paola Tantucci (Presidente EIP Italia), DS Lidia Cangemi, DS Ottavio Fattorini, DS Danilo Vicca, Prof. Roberta Camarda, Prof. Roberto Di Matteo, Prof. Silvia Scipioni, dott. Graziella Bianco, dott. Catia Fierli.

PRESENTAZIONE

La proposta di formazione che viene di seguito esposta si incardina nel processo di innovazione didattico-metodologica che ha come punto di riferimento programmatico il PNSD. L’obiettivo del piano, dichiarato sin dalle prime pagine, è quello di migliorare le competenze degli studenti attraverso un rinnovamento dei processi di apprendimento e delle metodologie didattiche ad essi riconducibili. Superando il possesso di un mero bagaglio applicativo di saperi, dispiegati nell’uso della tecnologia, la digital competence si qualifica nel valore pluridirezionale del digital thinking: flessibilità, capacità di recuperare la tradizione attraverso l’innovazione, risoluzione di problemi in modo creativo e laterale, gestione delle dinamiche relazionali ispirate al riconoscimento di ruoli “reticolari”. 


LA METODOLOGIA 

Per tutte le attività previste si farà diffuso ricorso alla tecnologia (BYOD, piattaforme, drive). L’intervento formativo si apre e si chiude con un questionario di autovalutazione online delle competenze didattico-digitali, che permetterà di avere una sinossi in forma schematico- grafica, chiara ed esemplificativa, dei livelli di maturazione del gruppo coinvolto, utile alla documentazione per l’aggiornamento del RAV (PdM) e del PTOF

ARTICOLAZIONE UNITÀ FORMATIVA

L’unità formativa è articolata in 25 ore (6 incontri da 3 ore e 7 ore di lavoro a distanza). Le ore di lavoro individuale mirano alla produzione di materiali digitali per le discipline insegnate, realizzate dai corsisti.

CONTENUTI

Reati informatici, sicurezza, privacy, copyright, creative commons

Quadro teorico metodologico didattico alla luce del PNSD, con riferimento particolare alle azioni: 6, 15, 22, 23, 24. 

Manuali europei per la didattica innovativa: Compass e Compasito 

L’infrastruttura e gli strumenti digitali a scuola livello normativo: piattaforme didattiche, risorse (OER), libri digitali, MOOC, CMS, IOT, ecc. 

Approcci didattici innovativi: coding, tinkering, making, crafting, robotica educativa: modelli ed esempi di applicazione. 

La flippedclass; verso il capovolgimento della lezione ed una nuova idea del tempo scuola. Nuovi ambienti di apprendimento: Atelier, Fablab, Clab, HackSchool, ecc. 

Biblioteche innovative e scenari di Avanguardie Educative (INDIRE) 

La classe virtuale con Edmodo: la creazione e la gestione di una piattaforma didattica. 

Creazione di contenuti digitali autoprodotti: mappe concettuali, presentazioni, sondaggi e quiz, questionari, video lezioni, audio lezioni materiali di studio digitali. 

Tools: popplet, blendspace, voicethread, screencastomatic, youtube, kahoot, moduli google, todaysmeet, powtoon, scratch. Quadro normativo relativo alla autoproduzione dei materiali didattici e best practice (es. book in progress)

MATERIALI PROPOSTI

I contenuti proposti saranno presentati attraverso presentazioni PPT e Prezi. Tutti i materiali saranno messi a disposizione dei corsisti al termine di ogni incontro su un Drive dedicato, nel quale sarà possibile anche reperire una selezione di articoli e saggi utili agli approfondimenti personali, che gli esperti inseriranno nel corso dello svolgimento delle lezioni

ESITI

L’obiettivo precipuo è quello di trasmettere una consapevolezza piena della complessità del “digitale” che va sempre e comunque inteso come strumento e non come il fine dell’apprendimento.

Mi interessa molto il futuro: è lì che passerò il resto della mia vita

Anonimo

ELEMENTI CARATTERIZZANTI LA RICADUTA, LA RIPRODUCIBILITÀ E TRASFERIBILITÀ DELL’ESPERIENZA

La documentazione prodotta (risorse digitali, mappe, quiz, sondaggi, strumenti digitali di monitoraggio, ecc.) andrà a costituire una banca dati a disposizione di tutti i docenti che potranno implementarla ed arricchirla

Programma degli incontri del corso 

1 Incontro Introduzione al Corso: Verso la Cittadinanza Globale Presidente E.I.P. prof.ssa Anna Paola Tantucci Innovazione didattica e metodologica, Workshop: Creare sondaggi e questionari con i Moduli Google

2 Incontro Proposte per la produzione di contenuti digitali: “Blendspace” (Creare moduli didattici aggregando contenuti multimediali in un format digitale)

3 incontro Proposte per la produzione di contenuti digitali: “Kahoot”, “Popplet”, “Todaysmeet” (Quiz ludico-didattici, brainstorming digitale)

4 incontro PNSD e Avanguardie Educative (INDIRE): l’innovazione nel piano digitale della scuola. Azione #24 del PNSD: esperienze e progetti per la scuola e il territorio.  

5 incontro Proposte per la produzione di contenuti digitali: la video lezione (Registrare brevi video didattici con “Screencastomatic”)

6 incontro WORSHOP per l’integrazione delle tecnologie nella didattica (a scelta): Strumenti di didattica innovativa per la Flipped Class “Caccia alla balena”: metodologie e strumenti innovativi del Consiglio d’Europa con l’uso dei manuali Compass e Compasito con BYOD “Popplet” per la creazione di mappe concettuali Questionario di fine corso.

L’ORGANIZZAZIONE 

L’unità formativa è strutturata su un totale di 25 ore: 6 incontri da 3 ore condotti da esperti e 7 ore di ricerca azione. La struttura organizzativa prevede sempre una parte teorica e una pratico- operativa (laboratorio) durante il quale saranno effettuati lavori che possano rappresentare la naturale declinazione operativa delle competenze acquisite e soprattutto condurre alla creazione di materiali spendibili subito nel lavoro didattico quotidiano per un immediato impatto su lavoro d’aula. 

Numero dei corsisti Il corso, per le sue caratteristiche laboratoriali, sarà diretto ad un massimo di 30 corsisti. In piattaforma sarà possibile reperire materiali di approfondimento. 

La verifica delle presenze La presenza dei corsisti sarà registrata sia in ingresso (con indicazione dell’ora di arrivo) sia in uscita (con indicazione dell’ora di uscita) tramite foglio firme. 

Questionario di fine corso Alla fine del corso ai corsisti sarà richiesta la compilazione di un questionario di gradimento per verificare l’efficacia dell’azione formativa. 

Il Consiglio Direttivo dell’ E.I.P. verificata la rilevanza sociale e formativa del corso, ha disposto che l’iscrizione al corso sia di € 170,00, per il cui pagamento è utilizzabile anche la Carta dei Docenti (Bonus di € 500,00) per la formazione assegnati attraverso un ‘borsellino elettronico’. L’applicazione web “Carta del docente” è già disponibile all’indirizzo: 

http://www.cartadeldocente.istruzione.it

Attraverso l’applicazione sarà possibile effettuare acquisti presso gli enti accreditati a vendere i beni e i servizi che rientrano nelle categorie previste dalla norma. Ogni docente iscritto al suddetto Corso EIP Italia, utilizzando l’applicazione, potrà generare direttamente il “Buono di spesa” di 170,00 Euro per: 

l’iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il Ministero dell’Istruzione, per ottenere la carta, inoltre, è necessario essere provvisto di codice SPID. Dopo aver generato il buono di 170 Euro il corsista provvederà a scannerizzarlo e lo invierà come ricevuta di pagamento via mail a: segreteria.eipitalia@gmail.com

 N.B Per i docenti che non utilizzeranno la Carta Del Docente la quota di iscrizione al corso va versata direttamente all’ E.I.P. Italia C/C n 3609202 – IBAN IT/61/V/02008/05061/00000/3609202 UNICREDIT BANCA- Agenzia Roma Morelli Piazza E. Morelli 41-00151 RM intestato a E.I.P.Scuola Strumento di Pace.–causale corso innovazione didattica, nome cognome del corsista.

Scuola Strumento di pace

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: