Archivi categoria: premiazioni

Salva la tua lingua locale

Mercoledì 24 maggio la premiazione della sezione scuola a Roma


Ripreso, dopo un tempo di pausa con la pandemia, il Concorso “Salva la tua lingua locale” vedrà celebrarsi la cerimonia di premiazione mercoledì 24 maggio a Roma, presso la Sala Baldini in Piazza Campitelli.
L’evento è stato presentato nel corso del Salone del libro di Torino, nell’ambito degli eventi promossi dalla UNPLI, che ha visto la firma di un protocollo di intesa con la Federazione Unitaria Italiana Scrittori nella mattinata di venerdì 19 maggio.

Il Concorso nasce con l’obiettivo di valorizzare scrittori e poeti che si esprimono nelle loro lingue locali, in armonia con la Convenzione UNESCO sul patrimonio immateriale, e coinvolgere le scuole per sensibilizzare gli studenti sulla tutela e salvaguardia dei patrimoni linguistici italiani, in diretta continuità con quanto previsto dalle Linee guida per l’Insegnamento di educazione civica che, in rapporto all’area tematica “Sviluppo sostenibile” affermano: “Gli obiettivi non riguardano solo la salvaguardia dell’ambiente e delle risorse naturali, ma anche la costruzione di ambienti di vita, di città, la scelta di modi di vivere inclusivi e rispettosi dei diritti fondamentali delle persone, primi fra tutti la salute, il benessere psicofisico, la sicurezza alimentare, l’uguaglianza tra soggetti, il lavoro dignitoso, un’istruzione di qualità, la tutela dei patrimoni materiali e immateriali delle comunità”.

EIP Italia è stata promotrice della sezione scuola, grazie ad una specifica convenzione con UNPLI e alla collaborazione nel Protocollo di Intesa tra UNPLI e Ministero dell’Istruzione. E grazie alla partecipazione di diverse scuole della rete EIP, che hanno promosso attività didattiche presentate alla Giuria.


Ecco i premiati dell’edizione 2023

SEZIONE POESIA

1° PREMIO
IISS ‘G. Lombardo Radice’ – Bojano (CB)
Rossella Di Lollo, Fabiola Gianfrancesco, Martina Rucci – Classe 2° A ITE   per il componimento poetico ‘Le mie radici – borghi molisani’ (dialetto bojanese).
D.S. Prof.ssa Anna Paolella – Prof.ssa referente Italia Martusciello.

2° PREMIO
I.C. ‘Francesca Morvillo’ – Monreale (PA)
Agnese Sferruzza – Classe 2° B  per il componimento poetico ‘U mari nostru’ (dialetto siciliano/ arabo)
D.S. Prof.ssa Maria Francesca Giammona – Prof.ssa referente Gioacchina Corazza.

3° PREMIO
I.C. Pascoli – Cappuccini di Noci (BA)
Anastasia Laera – Classe 3° C per il componimento poetico ‘Scorr’ (dialetto nocese)
D.S. Prof.ssa Antonella Sasanelli – Prof.ssa referente Venera Scarcella

MENZIONI SPECIALI
I.C. ‘G. Guzzo’ – Tiriolo (CZ) – Matteo Torchia – Classe 2° A per il componimento poetico ‘A casa vacante’ (dialetto pietrese) – D.S. Maria Rosaria Maiorano – Prof.ssa referente Pina Giuliana Lucia
I.C. Taverna – Taverna (CZ) – Classe 3° F per il componimento poetico ‘Intra u funnu du mare blu’ (dialetto pentonese) – D.S. Prof.ssa Maria Rosaria Sganga – Prof.ssa referente Rossella Tallerico
I.C. di Samugheo – Samugheo (OR) – Classe 3° B per il componimento poetico ‘Cantu est bella sa vita’ (lingua sarda) – Prof. Serafino Piras – Prof.ssa referente Giovanna Meloni

SEZIONE PROSA

1° PREMIO
I.C. ‘Marianna Dionigi’ – Lanuvio (RM)
Anna Ripanucci – Classe 3° A per il componimento in prosa ’St’anni ‘ntornino piu’ (dialetto locale civitano)
D.S. Prof.ssa Laura Lamanna – Prof.ssa referente Sonia Scorziello

2° PREMIO  EX AEQUO
I.C. di Majano e Forgaria – Majano (UD)
Lorenzo D’Odorico, Andrea Faleschini, Adriano Del Sordo – Classe 3° F per il componimento in prosa ’Recuarts’ (dialetto friulano)
D.S. Francesco Candido – Prof.ssa referente Marina Marcuzzi

2° PREMIO  EX AEQUO
I.C. Montalto Uffugo – Lattarico – Rota Greca – S. Benedetto Ullano (CS)
Gianmario Scalzo e Mario Scigliano – Classe 2° E per il componimento in prosa ’Na jurnata di mie’ (dialetto lattarico)
D.S. Prof.ssa Teresa Mancini – Prof.ssa referente Sandra Ventura

3° PREMIO
IISS paritario Pitagora – Agrigento (AG)
Martina Casà e Emanuele Gerardo Sottile – Classe 2° AFM/SIA per il componimento in prosa ’A’ prumissa di Totò (dialetto siciliano)
D.S. Prof. Carmelo Terrasi – Prof.ssa referente Rossella Piraneo

MENZIONI SPECIALI
I.C. Rocca di Neto – Rocca di Neto (KR) – Classi 1° A – 1° B – 1° C per il componimento in prosa ‘Na gaddrina i lussu’ (dialetto rocchitano) – D.S. Prof.ssa Maria Fontana Ardito – Prof.ssa referente Rossella Savina Dattolo
I.C. ‘Don Antonino La Mela’ – Adrano (CT) – Gemma Reina – Classe 1° E per il componimento in prosa ‘A suffitta du spirdu tintu’ (dialetto sicilaino comune con inflessioni tipiche del dialetto locale di Adrano) – D.S. Prof.ssa Maria Tiziana Baratta – Prof. referente Marcello Arcoria

SEZIONE MUSICA

1° PREMIO
I.C. ‘Rita Levi Montalcini’ – S. Giorgio del Sannio (BN)
Classi 1° scuola secondaria I grado per il brano ’Jesce, jannarè’ (dialetto sannita)
D.S. Prof.ssa Anna Polito – Prof. referente Mario Del Grosso

2° PREMIO  
I.C. ‘Marconi – Michelangelo’ – Laterza (TA)
Classe 3° A per il brano ‘Sott’o Cijle Da Terze’ (dialetto laertino)
D.S. Prof. Pasquale Castellaneta – Prof. referente Francesco Guidaù

3° PREMIO   EX AEQUO
I.C. ‘J. F. Kennedy’ – Cusano Mutri (BN)
Scuola primaria Plesso Civitella Licinio per il brano ‘C’ steua na ‘ota Natal’ (dialetto civitellese)
D.S. Prof.ssa Anna Filomena De Simone – Prof.ssa referente Bibiana Masella

3° PREMIO  EX AEQUO 
I.C. ‘Perugia 7’ – Perugia (PG)
Classe 2° C per il brano ‘Scene di vita contadina: musica tra gli alberi (dialetto perugino)
D.S. Prof. Federico Ferri – Prof.ssa referente Annalisa Materazzi


“Fides, libertas, amicitia, praecipua humani animi bona”

Alla LUMSA la cerimonia di premiazione del Certamen latinum Vittorio Tantucci


Si è svolta lo scorso giovedì 27 aprile presso l’Aula Magna dell’Università LUMSA di Roma, la Cerimonia di premiazione dell’undicesima edizione del Certamen latinum dedicato alla straordinaria figura di Vittorio Tantucci.
Ad aprire l’incontro è stato il Rettore dell’Università, prof. Francesco Bonini, che nel saluto ai vincitori e ai presenti, a sottolineato l’importanza di un lavoro di sinergia e sintesi tra il mondo scolastico e quello universitario.

La Presidente Nazionale di EIP Italia, tra i promotori del Certamen insieme alla stessa Università LUMSA e all’Accademia Italiana di Poesia, ha presentato la struttura e il bando del Certamen e ha proposto una riflessione sul significato della lettura dei classici oggi, testi “che non hanno mai finito di dire quello che hanno da dire”.

L’intervento dell’on. Paola Frassinetti, sottosegretario del Ministero dell’Istruzione e del Merito, è stata occasione per ribadire l’importanza di una “battaglia culturale” per la salvaguardia e la promozione del valore della classicità, anche attraverso il mantenimento ordinamentale del Liceo classico, definito un “gioiello” e la rivalutazione di una proposta di studio del latino anche nella scuola secondaria di I grado.

Sono seguiti contributi di altissimo profilo da parte del prof. Piergiorgio Parroni (Fides e amicitia in Catullo), del prof. Antonio Marchetta (Libertà politica e libertà interiore in Tacito) e del prof. Arduino Maiuri (L’amicizia nella letteratura greca e latina: alcuni modelli costantemente attuali).

La premiazione ha visto come protagonista il prof. Massimo Osanna, Direttore generale dei Musei e già Direttore della Soprintendenza speciale di Pompei, che ha ricevuto il Premio “Vittorio Tantucci” per la diffusione della cultura classica 2023.

Nel corso del suo intervento il prof. Osanna ha guidato tutti i presenti alla scoperta di uno dei nuovi tesori emersi nelle campagne di scavo archeologico di Pompei, che sarà presentato nel corso della Mostra “L’istante e l’eternità”, aperta dal 4 maggio al Museo Nazionale Romano.

Il culmine della Cerimonia è stato caratterizzato dalla consegna dei riconoscimenti del Certamen:

per la sezione riservata a cultori e docenti

a Marco Sbardella, per il poema “Pax inter populos”

per la sezione riservata agli studenti delle scuole secondarie di II grado

Primo Premio Nazionale a Elena Li Petri, classe IIIB Liceo Classico “Empedocle” di Agrigento (D.S. Prof. Marika Helga Gatto – referente Prof. Gaetano Di Giacomo) per il poema “In pace mea spes”

Secondo Premio Nazionale ex aequo a Paolo Cupelli, classe IVB Liceo Classico “L.C. Tacito” di Roma (D.S. Prof. Daniela Pucci) per il saggio critico “Ab amicis tantum honesta petamus“
Secondo Premio Nazionale ex aequo a Gabriele Donfrancesco, classe IVB Liceo Scientifico “A. Labriola” di Roma (D.S. Prof. Margherita Rauccio – referente Prof. Isabella Martiradonna) per il lavoro multimediale “Veritas visu et mora valescit”

Terzo Premio Nazionale ex aequo a Santi Fisichella, classe VC Liceo Classico “Concetto Marchesi” di Mascalucia (CT) (D.S. Prof. Lucia Maria Sciuto – referente Prof. Maria Rosaria Stazzeri) per il poema “Aspice Litora”
Terzo Premio Nazionale ex aequo a Andrea Lipani, classe IVC Liceo Classico “Leonardo da Vinci” di Niscemi (CL) (D.S. Prof. Franco Ferrara – referente Prof. Rosa Messina) per il saggio critico “Fides, libertas, amicitia: humanitatis fundamentum”

Menzione d’onore a Ginevra Pitruzzella, classe IVA Liceo Classico “Ugo Foscolo” di Canicattì (AG) (D.S. Prof. Rossana Virciglio – referente Prof. Carmela Taibi) per il poema “Liber es”
Menzione d’onore a Giulio Rolli, classe IIP Liceo Scientifico “L.A. Seneca” di Roma (D.S. Prof. Loredana Carloni – referenti Prof. Gisella Bellantone e Paola Malvenuto) per il poema “Vitae folium”


Cerimonia di premiazione del Certamen “Vittorio Tantucci”

Giovedì 27 aprile presso l’Aula Magna dell’Università LUMSA di Roma


Il giorno giovedì 27 aprile dalle ore 9.30 si svolgerà la Cerimonia di premiazione della XI edizione del Certamen latinum “Vittorio Tantucci”

Il Certamen, destinato principalmente agli studenti delle classi della secondaria di II grado che studiano lingua e lettera latina, è dedicato alla figura di Vittorio Tantucci.
Nasce a Marsciano in Umbria nel 1915, compie gli studi superiori a Firenze presso il Collegio “La Querce” con il ruolo di precettore, studia all’Università di Bologna dove si laurea in Lettere classiche e conosce Eugenia Bruzzi che diventerà la compagna della sua vita e la sua collaboratrice per i libri di latino. A lei (“tibi dilectissima coniunx animae dimidium meae”) dedica nel 1944 La Sintassi latina, pubblicata dalla Casa Editrice Licinio Cappelli di Bologna, prima sintassi del dopoguerra che si afferma rapidamente in tutto il paese e sostituisce i testi fino ad allora più diffusi, lo Zenoni e il Rubrichi. Per il rigore scientifico, l’insuperata chiarezza espositiva della parte teorica e per l’efficacia degli esercizi, è accolta con grande favore anche all’estero, e nessuno pensa che possa trattarsi dell’opera di uno studioso di appena 29 anni. Raggiunge l’apice del successo con la sintassi latina Arethusa diffusa anche in America, Germania, Svizzera e persino in Africa ad opera del presidente del Senegal, l’umanista Senghor, che ne fu un estimatore. A Bologna nascono Anna Paola e Andrea. Nel 1955 si trasferisce a Roma dove nasce il terzo figlio Enrico. Collabora all’Università di Roma “La Sapienza” con il professor Enzo Marmorale, illustre latinista. Fra i numerosi riconoscimenti post mortem ha ricevuto la medaglia d’oro del Ministero della Pubblica Istruzione e la medaglia d’oro della Presidenza della Repubblica per i benemeriti della scuola, della cultura e dell’arte, conferitagli dal Presidente Giuseppe Saragat.
Altre sue opere sono Nova Maia, Aurea Roma, Urbis et orbis lingua, Ad Altiora, Analisi Logica, Il mio primo libro di latino, tutte edite dalla Poseidonia di Bologna. 
Nel 2022 è uscito l’ultimo aggiornamento che l’Editore Mondadori Educational ha voluto intitolare Quae manent, a significare i valori  universali della cultura classica, versione più ricca, più digitale, con la curvatura all’Insegnamento dell’educazione civica, “civis sum” nella società romana.

Il Parco compreso tra via Raffaele Battistini e via Giulio Tarra nel quartiere Monteverde Nuovo a Roma è stato dedicato a Eugenia Bruzzi Tantucci, scrittrice e Vittorio Tantucci, latinista.
Nato su iniziativa di EIP Italia e della famiglia Tantucci, il Parco urbano “tra Natura e Cultura” diventerà un Parco letterario per attività in collaborazione con Roma Capitale e il Municipio XII.

La Giuria, presieduta dal rettore di LUMSA Francesco Bonini, ha assegnato per quest’anno il Premio “Vittorio Tantucci” per la diffusione della cultura classica 2023 al Prof. Massimo Osanna, Direttore Generale dei Musei presso il Ministero della Cultura
per gli alti meriti acquisiti sul campo nell’opera di restauro, recupero e fruizione allargata delle aree archeologiche di Pompei, Ercolano e Stabia e per l’ attività di studio e ricerca come ordinario di Archeologia all’Università “Federico II” di Napoli.

Il Certamen “Vittorio Tantucci” 2023 assegna due tipologie di premi:

Sezione per docenti e studiosi della lingua latina 
a Marco Sbardella per il poema “Pax inter populos”

Sezione per studenti delle scuole secondarie di II grado con insegnamento della lingua latina
Primo Premio Nazionale
a Elena Li Petri, classe IIIB Liceo Classico “Empedocle” di Agrigento (D.S. Prof. Marika Helga Gatto – referente Prof. Gaetano Di Giacomo) per il poema “In pace mea spes”
Secondo Premio Nazionale ex aequo
a Paolo Cupelli, classe IVB Liceo Classico “L.C. Tacito” di Roma (D.S. Prof. Daniela Pucci) per il saggio critico “Ab amicis tantum honesta petamus“
a Gabriele Donfrancesco, classe IVB Liceo Scientifico “A. Labriola” di Roma (D.S. Prof. Margherita Rauccio – referente Prof. Isabella Martiradonna) per il lavoro multimediale “Veritas visu et mora valescit”
Terzo Premio Nazionale ex aequo
a Santi Fisichella, classe VC Liceo Classico “Concetto Marchesi” di Mascalucia (CT) (D.S. Prof. Lucia Maria Sciuto – referente Prof. Maria Rosaria Stazzeri) per il poema “Aspice Litora”
a Andrea Lipani, classe IVC Liceo Classico “Leonardo da Vinci” di Niscemi (CL) (D.S. Prof. Franco Ferrara – referente Prof. Rosa Messina) per il saggio critico “Fides, libertas, amicitia: humanitatis fundamentum”

Menzione d’onore
a Ginevra Pitruzzella, classe IVA Liceo Classico “Ugo Foscolo” di Canicattì (AG) (D.S. Prof. Rossana Virciglio – referente Prof. Carmela Taibi) per il poema “Liber es”
a Giulio Rolli, classe IIP Liceo Scientifico “L.A. Seneca” di Roma (D.S. Prof. Loredana Carloni – referenti Prof. Gisella Bellantone e Paola Malvenuto) per il poema “Vitae folium”

La cerimonia di premiazione sarà preceduta da un Convegno sul tema “Fides, libertas, amicitia, praecipua humani animi bona”, aperto dal Rettore della LUMSA Francesco Bonini, con la partecipazione di Piergiorgio Parroni, Antonio Marchetta, Arduino Maiuri e un intervento di Massimo Osanna.

Sarà possibile seguire la cerimonia di premiazione anche in teleconferenza: per informazioni scrivere a eipformazione.1972@gmail.com

Tamburi per la pace al Teatro Argentina

29 marzo 2023 con Elio Pecora e Edith Bruck


Mentre nel mondo sembra prevalere la cultura dell’odio, un messaggio  di pace viene dalle scuole di Roma, con la manifestazione “I Tamburi per la pace”, che si svolge in numerosi paesi d’Europa: nello stesso momento ragazzi e giovani suonano i tamburi e recitano poesie di pace. A Roma, mercoledì 29 marzo dalle ore 9,30 alle 13,00, le scuole di pace di Roma Capitale e Provincia, associate all’E.I.P. Italia Scuola Strumento di Pace, parteciperanno presso il Teatro Argentina ad un incontro con i rappresentanti delle massime istituzioni, che proporranno ai giovani una riflessione per la scuola e la società civile, per la pace e per la lotta all’odio che porta alla violenza e alla guerra, nella Giornata Mondiale per la poesia UNESCO.

Ad introdurre l’incontro saranno Claudia Pratelli, Assessora alla Scuola, Formazione e Lavoro di Roma Capitale, Anna Paola Tantucci, Presidente nazionale E.I.P. Italia, Lina Sergi Lo Giudice, Presidente Accademia Italiana di Poesia. Saranno presenti come testimoni di poesia e di pace, Elio Pecora ed Edith Bruck.

L’evento è organizzato da E.I.P. Italia in collaborazione con l’Assessorato alla Scuola, Formazione e Lavoro, la “Maison Internationale poésie enfance” di Bruxelles con il patrocinio di Roma Capitale e nell’ambito di un Protocollo d’intesa con il Ministero dell’Istruzione e del Merito. Gli studenti delle scuole hanno partecipato ad un bando che prevedeva la scrittura di poesie o di brani musicali incentrati sul tema “Poesia e Musica per la pace e i diritti umani” e sull’obiettivo 16 dell’Agenda Onu 2030. Saranno presenti circa 300 ragazzi che hanno composto poesie e musica che, con la loro creatività, esprimono il messaggio centrale: Pace, per una fraternità per tutti i colori.

Le scuole vincitrici sono Istituto Comprensivo “Fregene–Passoscuro” di Fiumicino (RM), Istituto Comprensivo “Gianni Rodari” (secondaria di I grado) di Roma, Istituto Comprensivo “Leonardo da Vinci” di  Roma, Istituto Comprensivo “Lido del Faro” di Fiumicino (RM), Istituto Comprensivo “Via Guicciardini” di Roma, Istituto Comprensivo “Piazza Sauli” di Roma, Istituto Comprensivo “Pino Puglisi” (primaria “Emanuela Loi”) di  Roma, Istituto Comprensivo San Valentino Torio (SA) , Scuola paritaria “Patrocinio San Giuseppe” di Roma, Istituto “San Giuseppe al Casaletto” di Roma, Complesso scolastico “Seraphicum” di Roma, Liceo scientifico “Newton” di Roma, Istituto di Istruzione Superiore “Giorgi-Woolf” di Roma, Istituto di Istruzione Superiore “G. Lombardo Radice” di Bojano (CB), Istituto di Istruzione Superiore “Via Copernico” di Pomezia (RM), Istituto di Istruzione Superiore “Via dei Papareschi” di Roma.

Alle 12.15 i ragazzi incontreranno anche il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri.

Per informazioni:
EIP Italia Scuola strumento di pace ETS
sirena_eip@fastwebnet.it – 338.1914613

Certamen latinum “Vittorio Tantucci” – undicesima edizione

Un concorso per gli studenti delle classi quarte e quinte delle scuole secondarie di II grado con insegnamento della lingua latina (licei classici, scientifici e linguistici), inserito nel Programma per la valorizzazione delle eccellenze del Ministero dell’Istruzione per l’anno scolastico 2022-2023


E.I.P. Italia e Accademia Italiana di Poesia indicono l’undicesima edizione del Certamen latinum “Vittorio Tantucci”, allo scopo di promuovere lo studio della lingua latina e l’approfondimento delle sue capacità espressive attraverso la riflessione sulla perenne attualità di tematiche esistenziali, che hanno trovato voce e corrispondenza di accenti sia nella poesia latina che in quella moderna e contemporanea.

Il tema scelto per quest’anno è

Il Certamen si articola in due sezioni:

Certamen Latinum “Vittorio Tantucci” destinato agli studenti

Certamen Latinum “Vittorio Tantucci” destinato a docenti e studiosi di lingua latina

Scadenza per la presentazione dei lavori è il 10 marzo 2023.

Di seguito è possibile scaricare il bando di concorso:

Concorso Nazionale EIP Italia – 51° edizione

Pace, giustizia e istituzioni solide: invito ad approfondire il sedicesimo obiettivo dell’Agenda ONU 2030


Torna per la cinquantunesima volta il Concorso Nazionale EIP Italia, svolto ininterrottamente dal 1972 per valorizzare il lavoro e la creatività delle scuole italiane sui temi di educazione alla cittadinanza.

Il Consiglio direttivo di EIP Italia ha scelto di dedicarlo per quest’anno all’Obiettivo 16 dell’Agenda ONU per lo sviluppo sostenibile “Pace, Giustizia e Istituzioni solide”, dedicato alla promozione di società pacifiche ed inclusive ai fini dello sviluppo sostenibile, per fornire l’accesso universale alla giustizia e costruire istituzioni responsabili ed efficaci a tutti i livelli.

Le scuole possono partecipare ad una delle dieci sezioni, che spaziano tra arte figurativa, musica, poesia, giornali scolastici e varie proposte didattiche.

Come ogni anno saranno assegnati anche:

Premio “E.I.P. Jean Piaget” per dirigenti scolastici

Premio “E.I.P. innovazione didattica” per docenti

Premio “E.I.P. cooperazione scuola” per il personale ATA

La scadenza per l’invio dei lavori è fissata al 30 aprile 2023.

Di seguito è possibile scaricare il bando, con i moduli da inviare alla Segreteria del Concorso:


Premio letterario internazionale “Eugenia Tantucci” 2022 al Maestro Pupi Avati

La cerimonia di premiazione in data 10 dicembre nell’Aula Magna dell’Università LUMSA


Si è svolta sabato 10 dicembre, nella ricorrenza della giornata ONU per i diritti umani, la cerimonia di premiazione della decima edizione del Premio letterario internazionale “Eugenia Tantucci”, promossa da EIP Italia con l’Accademia Italiana di Poesia e in collaborazione con l’Università LUMSA.

Quest’anno il prestigioso riconoscimento è stato assegnato dalla giuria presieduta dal poeta Elio Pecora al Maestro Pupi Avati, per il romanzo L’alta fantasia (Solferino, 2021), da cui lo scrittore e regista ha tratto il film Dante, con Sergio Castellitto, Alessandro Sperduti, Enrico Lo Verso, Carlotta Gamba nelle sale cinematografiche da settembre 2022.

La mattinata è stata aperta con il saluto del Rettore della LUMSA, prof. Francesco Bonini, cui è seguita una tavola rotonda sul tema “La poesia nel cammino della conoscenza”, con gli interventi del prof. Rocco Pezzimenti, della presidente di EIP Italia prof.ssa Anna Paola Tantucci, del poeta Elio Pecora, del prof. Antonio Augenti e della presidente dell’Accademia Italiana di Poesia dr. Lina Lo Giudice Sergi.

Rocco Pezzimenti – Viaggio e ascesi
Elio Pecora – La poesia nel cammino della conoscenza
Anna Paola Tantucci – Le ragioni del premio
Antonio Augenti
Lina Lo Giudice Sergi – La dimensione etica della poesia

L’assegnazione del Premio letterario a Pupi Avati è stata accompagnata dalla seguente motivazione del presidente della Giuria:

É un libro composto come uno spartito questo di Pupi Avati. E sono molte e diverse le musiche suggerite, certo chiamate a rendere più avvolgente la narrazione che, pure avvalendosi di studi rigorosi e di autorevoli concordanze, conduce il lettore – grazie a una scrittura preziosa quanto viva e veloce – dentro verità aspre e cupe mai lasciando il sublime della poesia dantesca e la sua imponderabile misura. Sono due le presenze straordinarie e perturbanti: Boccaccio in viaggio, affaticato, malato di scabbia, afflitto dal pensiero di una figlia bambina e Dante, l’uomo e l’autore, degli anni fiorentini e dell’esilio dolorosissimo. Quel che vince sulle miserie e sulle tristezze è l’alta fantasia del titolo se in ogni pagina e momento a prevalere è la poesia, toccata nel suo punto più alto, cercata e resa colma di verità ed eterna.

Intervento di Pupi Avati

La Giuria ha assegnato una Menzione d’onore a Guido Tracanna per l’antologia poeticia EPIMELEIA. 1992-2019 (Edizioni Il Foglio, 2020) con la seguente motivazione: Il volume raccoglie un trentennio di scritture poetiche, ed è poesia che dà voce a umori diversi. Vi si alternano allegrezze e pene, amori e delusioni, ma anche e spesso sottili ironie filtrate in giochi di rime e di cadenze. Tutto significa quanto del vivere ci viene come un dono inatteso o come una dolorosa mancanza. Così la poesia ci porta a compiere il cammino verso una più ampia consapevolezza, forse incontro a un’insperata salute.

La “Sezione speciale per studenti delle scuole secondarie di II grado”, per opere edite o inedite di poesia, narrativa e saggistica elaborate da singoli studenti e/o gruppi di studenti ha visto l’assegnazione dei seguenti riconoscimenti:

Sezione Prosa (premio nazionale)

Istituto di Istruzione Superiore “G. Lombardo Radice” – Bojano (CB)

per Un abbraccio lungo 510 km

classe 2A (indirizzo ITE): Alessia Bonavita, Rossella Di lollo, Fabiola Gianfrancesco, Lucia Mainolfi, Martina Rucci

Docente coordinatore: Prof. Italia Martusciello

Sezione Prosa (menzione d’onore)

Istituto di Istruzione Superiore “Via dei Papareschi”Roma

per  il racconto “Il potere della giustizia” di Nicolò Roberti (classe 4 CL)

Docenti coordinatori: Prof. Lucia Polisena e Prof. Guido Tracanna

Sezione Poesia (Premio nazionale)

Istituto di Istruzione Superiore “Via dei Papareschi”Roma

per  La Macchia di Nicolò Cappuccio (classe 4 CL)

Docenti coordinatori: Prof. Lucia Polisena e Prof. Guido Tracanna

50° Concorso Nazionale

Con la cerimonia di sabato 3 dicembre si chiude l’edizione del Cinquantenario di EIP Italia


Con la calorosa accoglienza dell’Aula Magna “Santa Caterina da Siena” dell’Università LUMSA, si è svolta sabato 3 dicembre la seconda Cerimonia di premiazione del 50° Concorso Nazionale EIP Italia.

Ad aprire l’incontro sono state le parole del rettore della LUMSA, prof. Francesco Bonini, che ha sottolineato la collaborazione pluriennale con EIP Italia, precedute dalla lettura del messaggio inviato alla Presidente Anna Paola Tantucci dal Ministro dell’istruzione e del merito, prof. Giuseppe Valditara, rappresentata dalla prof.ssa Maria Costanza Cipullo, in servizio presso la Direzione Generale per lo studente, l’inclusione e l’orientamento scolastico del Ministero.

Il primo riconoscimento è stato assegnato al prof. Luciano Corradini, “Prix International Jacques Mühlethaler 2022 pour la Paix et les droits de l’homme”, che ha accolto la premiazione con questo messaggio:

In ricordo di David Sassoli, celebrato anche con la lettura di brani dal discorso di insediamento quale Presidente del Parlamento Europeo da parte di Gioia Farnocchia, assessore alle Politiche culturali del Municipio Roma XII, sono stati poi assegnati i riconoscimenti per la sezione “Una lezione europea”, con il primo premio assegnato agli studenti della Scuola media “Giovanni Scotti” di Ischia, collegati in video per la difficile situazione vissuta proprio in questi giorni sull’isola. Il prof. Giovanni Castagna, coordinatore dei progetti vincitori, ha raccontato l’emozione nel ricevere il premio e ha guidato i suoi studenti, in attesa del collegamento, nella riflessione sulla bellezza di Casamicciola dicendo: “Casamicciola è nel cuore di tutti! E farò di tutto per ricordarne sempre la sua storia, le sue tradizioni, la sua fragile bellezza”.

Insieme alla scuola ischitana, sono stati premiati l’Istituto Comprensivo Trento 5, il “Falcone e Borsellino” di Teramo, l’“Annalena Tonelli” di Forlì e l’IIS “Via Copernico” di Pomezia.

La sezione “Sicurezza a scuola”, introdotta dalla testimonianza ricordo di Marina D’Ascenzo, sul crollo della scuola di San Giuliano di Puglia in Molise, ha visto la premiazione Istituto di Istruzione Superiore “G. Lombardo Radice” di  Bojano (CB) e dell’Istituto Tecnico Industriale “Eugenio Barsanti” di Pomigliano D’Arco (NA) per la secondaria di II grado.

Per la sezione “Sicurezza stradale” ci sono stati il messaggio del papà di Valerio Castiello, il giovane a cui il premio è dedicato, e l’intervento della vicequestore Luciana Baron. I riconoscimenti sono andati all’Istituto Comprensivo “Igino Petrone” di Campobasso per la scuola primaria

e all’Istituto di Istruzione Superiore “Laeng–Meucci” di  Osimo/Castelfidardo (AN) per la secondaria di II grado.

Spazio anche per l’Istituto Omnicomprensivo “Raffaele Capriglione” di Santa Croce di Magliano (CB) per un riconoscimento nell’ambito della sezione “Salva la tua lingua locale” e “EIP Nuovo FIDIA”.

Diversi premi sono stati assegnati al personale scolastico, riconoscendo il valore del contributo di tutti i ruoli: dirigenti scolastici, docenti e personale ATA.

Momento culminante è stata l’assegnazione del “Prix International Jacques Mühlethaler 2022 pour la Paix et les droits de l’homme” pour le livre Il pane perduto (La nave di Teseo, 2021) alla scrittrice Edith Bruck. La sua testimonianza, profonda e commovente, ha attraversato i cinque punti di luce raccontati nel volume, al quale gli studenti dell’IIS “Lombardo Radice” di Bojano (CB) hanno dedicato un approfondimento.

Edith Bruck ha poi risposto alle domande di alcuni studenti presenti in sala, prima di ricevere la targa del Premio e l’applauso dei presenti.


Di seguito è possibile visualizzare la playlist con l’intera cerimonia di premiazione

Premio “Jacques Mühlethaler” 2022 pour la Paix et les droits de l’homme a Edith Bruck e Luciano Corradini

Sabato 3 dicembre la cerimonia di premiazione presso l’Aula Magna della LUMSA a Roma


Si terrà il prossimo sabato 3 dicembre dalle ore 9.30, nella cornice dell’Aula Magna “Santa Caterina da Siena” dell’Università LUMSA di Roma, la seconda cerimonia di premiazione del 50° Concorso Nazionale EIP Italia, dedicato ai Principi Universali di Educazione civica.

Verranno assegnati i riconoscimenti per la sezione “Una lezione europea”, dedicata a David Sassoli e svolta in collaborazione con l’Ufficio in Italia del Parlamento Europeo, a scuole provenienti da Trento, Teramo, Pomezia (RM), Ischia (NA) e Padova.

E saranno premiati progetti relativi al tema della sicurezza scolastica e stradale, in memoria di Luigi Petacciato, vittima del del crollo della scuola di San Giuliano di Puglia in Molise, e di Valerio Castiello, vittima di omicidio stradale. Quest’anno i riconoscimenti andranno a scuole di Napoli, Bojano (CB), Pomigliano d’Arco (NA), Campobasso, Latina e Osimo (AN).

Sul tema della sicurezza degli edifici scolastici, tema riconosciuto di importanza centrale dal Ministro Giuseppe Valditara, ci sarà la testimonianza di Veronica D’Ascenzo, scampata alla strage di San Giuliano, che ha voluto diventare maestra come la sua maestra Carmela, caduta con i suoi alunni. Inoltre, il tema è presente anche nell’antologia Poesia come pace, dedicata ai giovani Michele Cossu e Valerio Castiello, giunta alla 32ma edizione: i giovani poeti hanno espresso con sentimento e delicatezza l’ importanza della speranza e della memoria come antidoto al dolore.

“Il messaggio che si evince dai lavori presentati – spiega la presidente Tantucci – e dall’impegno dei docenti è che la cultura che si fonda sui diritti umani è una cultura pervasiva che libera e apre, che considera la scuola, l’università, il mondo dell’informazione e quello dei poteri locali, regionali e nazionali come un cantiere, un laboratorio di costruzione della nuova cittadinanza democratica che nasce nella scuola ma pervade l’intero arco della vita della persona umana”.

Oltre ai premi assegnati al dirigente scolastico Ottavio Fattori (Premio Jean Piaget 2022) e alla docente Elvira D’Angelo (Premio EIP alla carriera) nella giornata di premiazione svolta all’Auditorium della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma lo scorso 9 novembre, verranno assegnati riconoscimenti al personale scolastico:

Premio “EIP Jean Piaget” alla carriera, al dirigente scolastico prof. Giuseppe Adernò, per la cultura, la professionalità, la creatività manifestate in iniziative di rilievo locale e nazionale, per promuovere partecipazione, pace, democrazia nel mondo studentesco.
Premio “EIP alla carriera”, alla prof. Rachele Porrazzo, docente dell’Istituto Omnicomprensivo “Raffaele Capriglione” di Santa Croce di Magliano (CB), per l’animazione culturale creativa e la formazione dei giovani ispirata alla pace e ai diritti umani.
Premio “EIP per una scuola al servizio dell’umanità” 2022, alla insegnante Antonia Martina per l’educazione e la formazione degli alunni ispirata alla pace e allo sviluppo sostenibile e per la pubblicazione La fabbrica dell’armonia.
Premio “EIP innovazione didattica” 2022, alla prof. Simona Saporito, per l’impegno e i risultati ottenuti in progetti di innovazione didattica al servizio della propria scuola
Premio “EIP cooperazione educativa” 2022, alla signora Loredana Picca, in servizio presso il Liceo “Seneca” di Roma.

La grande scrittrice Edith Bruck sarà presente per ricevere le Prix International “Jacques Mühlethaler” 2022 pour la Paix et les droits de l’homme, per il libro Il pane perduto (La nave di Teseo, 2021), nel quale il pane assume il duplice significato di ricordare, nell’immane tragedia della Shoà, la dimensione affettiva familiare e l’impegno a non perdere il nutrimento della memoria.

Anche il Prof Luciano Corradini illustre pedagogista riceverà le Prix International “Jacques Mühlethaler” 2022 pour la Paix et les droits de l’homme, per l’impegno personale e professionale per una scuola al servizio dell’umanità attraverso l’educazione ai diritti umani e alla pace e per la promozione dell’Educazione civica.

Premiazione dei vincitori del 50esimo Concorso Nazionale EIP Italia

Due cerimonie a Roma per valorizzare il lavoro delle scuole sui Principi universali di Educazione civica


La Segreteria del Concorso sta ultimando le comunicazioni alle scuole e ai docenti referenti per completare tutti i dettagli organizzativi delle due Cerimonie di premiazione che si terranno

Saranno premiate le scuole vincitrici del riconoscimento nazionale in tutte le categorie del Concorso, insieme a docenti, dirigenti, studiosi e operatori della scuola che stanno dedicando la loro vita a promuovere la formazione delle nuove generazioni secondo lo spirito dei Principi universali.