Archivi categoria: premiazioni

Premio letterario internazionale “Eugenia Tantucci” 2022 al Maestro Pupi Avati

La cerimonia di premiazione in data 10 dicembre nell’Aula Magna dell’Università LUMSA


Si è svolta sabato 10 dicembre, nella ricorrenza della giornata ONU per i diritti umani, la cerimonia di premiazione della decima edizione del Premio letterario internazionale “Eugenia Tantucci”, promossa da EIP Italia con l’Accademia Italiana di Poesia e in collaborazione con l’Università LUMSA.

Quest’anno il prestigioso riconoscimento è stato assegnato dalla giuria presieduta dal poeta Elio Pecora al Maestro Pupi Avati, per il romanzo L’alta fantasia (Solferino, 2021), da cui lo scrittore e regista ha tratto il film Dante, con Sergio Castellitto, Alessandro Sperduti, Enrico Lo Verso, Carlotta Gamba nelle sale cinematografiche da settembre 2022.

La mattinata è stata aperta con il saluto del Rettore della LUMSA, prof. Francesco Bonini, cui è seguita una tavola rotonda sul tema “La poesia nel cammino della conoscenza”, con gli interventi del prof. Rocco Pezzimenti, della presidente di EIP Italia prof.ssa Anna Paola Tantucci, del poeta Elio Pecora, del prof. Antonio Augenti e della presidente dell’Accademia Italiana di Poesia dr. Lina Lo Giudice Sergi.

Rocco Pezzimenti – Viaggio e ascesi
Elio Pecora – La poesia nel cammino della conoscenza
Anna Paola Tantucci – Le ragioni del premio
Antonio Augenti
Lina Lo Giudice Sergi – La dimensione etica della poesia

L’assegnazione del Premio letterario a Pupi Avati è stata accompagnata dalla seguente motivazione del presidente della Giuria:

É un libro composto come uno spartito questo di Pupi Avati. E sono molte e diverse le musiche suggerite, certo chiamate a rendere più avvolgente la narrazione che, pure avvalendosi di studi rigorosi e di autorevoli concordanze, conduce il lettore – grazie a una scrittura preziosa quanto viva e veloce – dentro verità aspre e cupe mai lasciando il sublime della poesia dantesca e la sua imponderabile misura. Sono due le presenze straordinarie e perturbanti: Boccaccio in viaggio, affaticato, malato di scabbia, afflitto dal pensiero di una figlia bambina e Dante, l’uomo e l’autore, degli anni fiorentini e dell’esilio dolorosissimo. Quel che vince sulle miserie e sulle tristezze è l’alta fantasia del titolo se in ogni pagina e momento a prevalere è la poesia, toccata nel suo punto più alto, cercata e resa colma di verità ed eterna.

Intervento di Pupi Avati

La Giuria ha assegnato una Menzione d’onore a Guido Tracanna per l’antologia poeticia EPIMELEIA. 1992-2019 (Edizioni Il Foglio, 2020) con la seguente motivazione: Il volume raccoglie un trentennio di scritture poetiche, ed è poesia che dà voce a umori diversi. Vi si alternano allegrezze e pene, amori e delusioni, ma anche e spesso sottili ironie filtrate in giochi di rime e di cadenze. Tutto significa quanto del vivere ci viene come un dono inatteso o come una dolorosa mancanza. Così la poesia ci porta a compiere il cammino verso una più ampia consapevolezza, forse incontro a un’insperata salute.

La “Sezione speciale per studenti delle scuole secondarie di II grado”, per opere edite o inedite di poesia, narrativa e saggistica elaborate da singoli studenti e/o gruppi di studenti ha visto l’assegnazione dei seguenti riconoscimenti:

Sezione Prosa (premio nazionale)

Istituto di Istruzione Superiore “G. Lombardo Radice” – Bojano (CB)

per Un abbraccio lungo 510 km

classe 2A (indirizzo ITE): Alessia Bonavita, Rossella Di lollo, Fabiola Gianfrancesco, Lucia Mainolfi, Martina Rucci

Docente coordinatore: Prof. Italia Martusciello

Sezione Prosa (menzione d’onore)

Istituto di Istruzione Superiore “Via dei Papareschi”Roma

per  il racconto “Il potere della giustizia” di Nicolò Roberti (classe 4 CL)

Docenti coordinatori: Prof. Lucia Polisena e Prof. Guido Tracanna

Sezione Poesia (Premio nazionale)

Istituto di Istruzione Superiore “Via dei Papareschi”Roma

per  La Macchia di Nicolò Cappuccio (classe 4 CL)

Docenti coordinatori: Prof. Lucia Polisena e Prof. Guido Tracanna

50° Concorso Nazionale

Con la cerimonia di sabato 3 dicembre si chiude l’edizione del Cinquantenario di EIP Italia


Con la calorosa accoglienza dell’Aula Magna “Santa Caterina da Siena” dell’Università LUMSA, si è svolta sabato 3 dicembre la seconda Cerimonia di premiazione del 50° Concorso Nazionale EIP Italia.

Ad aprire l’incontro sono state le parole del rettore della LUMSA, prof. Francesco Bonini, che ha sottolineato la collaborazione pluriennale con EIP Italia, precedute dalla lettura del messaggio inviato alla Presidente Anna Paola Tantucci dal Ministro dell’istruzione e del merito, prof. Giuseppe Valditara, rappresentata dalla prof.ssa Maria Costanza Cipullo, in servizio presso la Direzione Generale per lo studente, l’inclusione e l’orientamento scolastico del Ministero.

Il primo riconoscimento è stato assegnato al prof. Luciano Corradini, “Prix International Jacques Mühlethaler 2022 pour la Paix et les droits de l’homme”, che ha accolto la premiazione con questo messaggio:

In ricordo di David Sassoli, celebrato anche con la lettura di brani dal discorso di insediamento quale Presidente del Parlamento Europeo da parte di Gioia Farnocchia, assessore alle Politiche culturali del Municipio Roma XII, sono stati poi assegnati i riconoscimenti per la sezione “Una lezione europea”, con il primo premio assegnato agli studenti della Scuola media “Giovanni Scotti” di Ischia, collegati in video per la difficile situazione vissuta proprio in questi giorni sull’isola. Il prof. Giovanni Castagna, coordinatore dei progetti vincitori, ha raccontato l’emozione nel ricevere il premio e ha guidato i suoi studenti, in attesa del collegamento, nella riflessione sulla bellezza di Casamicciola dicendo: “Casamicciola è nel cuore di tutti! E farò di tutto per ricordarne sempre la sua storia, le sue tradizioni, la sua fragile bellezza”.

Insieme alla scuola ischitana, sono stati premiati l’Istituto Comprensivo Trento 5, il “Falcone e Borsellino” di Teramo, l’“Annalena Tonelli” di Forlì e l’IIS “Via Copernico” di Pomezia.

La sezione “Sicurezza a scuola”, introdotta dalla testimonianza ricordo di Marina D’Ascenzo, sul crollo della scuola di San Giuliano di Puglia in Molise, ha visto la premiazione Istituto di Istruzione Superiore “G. Lombardo Radice” di  Bojano (CB) e dell’Istituto Tecnico Industriale “Eugenio Barsanti” di Pomigliano D’Arco (NA) per la secondaria di II grado.

Per la sezione “Sicurezza stradale” ci sono stati il messaggio del papà di Valerio Castiello, il giovane a cui il premio è dedicato, e l’intervento della vicequestore Luciana Baron. I riconoscimenti sono andati all’Istituto Comprensivo “Igino Petrone” di Campobasso per la scuola primaria

e all’Istituto di Istruzione Superiore “Laeng–Meucci” di  Osimo/Castelfidardo (AN) per la secondaria di II grado.

Spazio anche per l’Istituto Omnicomprensivo “Raffaele Capriglione” di Santa Croce di Magliano (CB) per un riconoscimento nell’ambito della sezione “Salva la tua lingua locale” e “EIP Nuovo FIDIA”.

Diversi premi sono stati assegnati al personale scolastico, riconoscendo il valore del contributo di tutti i ruoli: dirigenti scolastici, docenti e personale ATA.

Momento culminante è stata l’assegnazione del “Prix International Jacques Mühlethaler 2022 pour la Paix et les droits de l’homme” pour le livre Il pane perduto (La nave di Teseo, 2021) alla scrittrice Edith Bruck. La sua testimonianza, profonda e commovente, ha attraversato i cinque punti di luce raccontati nel volume, al quale gli studenti dell’IIS “Lombardo Radice” di Bojano (CB) hanno dedicato un approfondimento.

Edith Bruck ha poi risposto alle domande di alcuni studenti presenti in sala, prima di ricevere la targa del Premio e l’applauso dei presenti.


Di seguito è possibile visualizzare la playlist con l’intera cerimonia di premiazione

Premio “Jacques Mühlethaler” 2022 pour la Paix et les droits de l’homme a Edith Bruck e Luciano Corradini

Sabato 3 dicembre la cerimonia di premiazione presso l’Aula Magna della LUMSA a Roma


Si terrà il prossimo sabato 3 dicembre dalle ore 9.30, nella cornice dell’Aula Magna “Santa Caterina da Siena” dell’Università LUMSA di Roma, la seconda cerimonia di premiazione del 50° Concorso Nazionale EIP Italia, dedicato ai Principi Universali di Educazione civica.

Verranno assegnati i riconoscimenti per la sezione “Una lezione europea”, dedicata a David Sassoli e svolta in collaborazione con l’Ufficio in Italia del Parlamento Europeo, a scuole provenienti da Trento, Teramo, Pomezia (RM), Ischia (NA) e Padova.

E saranno premiati progetti relativi al tema della sicurezza scolastica e stradale, in memoria di Luigi Petacciato, vittima del del crollo della scuola di San Giuliano di Puglia in Molise, e di Valerio Castiello, vittima di omicidio stradale. Quest’anno i riconoscimenti andranno a scuole di Napoli, Bojano (CB), Pomigliano d’Arco (NA), Campobasso, Latina e Osimo (AN).

Sul tema della sicurezza degli edifici scolastici, tema riconosciuto di importanza centrale dal Ministro Giuseppe Valditara, ci sarà la testimonianza di Veronica D’Ascenzo, scampata alla strage di San Giuliano, che ha voluto diventare maestra come la sua maestra Carmela, caduta con i suoi alunni. Inoltre, il tema è presente anche nell’antologia Poesia come pace, dedicata ai giovani Michele Cossu e Valerio Castiello, giunta alla 32ma edizione: i giovani poeti hanno espresso con sentimento e delicatezza l’ importanza della speranza e della memoria come antidoto al dolore.

“Il messaggio che si evince dai lavori presentati – spiega la presidente Tantucci – e dall’impegno dei docenti è che la cultura che si fonda sui diritti umani è una cultura pervasiva che libera e apre, che considera la scuola, l’università, il mondo dell’informazione e quello dei poteri locali, regionali e nazionali come un cantiere, un laboratorio di costruzione della nuova cittadinanza democratica che nasce nella scuola ma pervade l’intero arco della vita della persona umana”.

Oltre ai premi assegnati al dirigente scolastico Ottavio Fattori (Premio Jean Piaget 2022) e alla docente Elvira D’Angelo (Premio EIP alla carriera) nella giornata di premiazione svolta all’Auditorium della Biblioteca Nazionale Centrale di Roma lo scorso 9 novembre, verranno assegnati riconoscimenti al personale scolastico:

Premio “EIP Jean Piaget” alla carriera, al dirigente scolastico prof. Giuseppe Adernò, per la cultura, la professionalità, la creatività manifestate in iniziative di rilievo locale e nazionale, per promuovere partecipazione, pace, democrazia nel mondo studentesco.
Premio “EIP alla carriera”, alla prof. Rachele Porrazzo, docente dell’Istituto Omnicomprensivo “Raffaele Capriglione” di Santa Croce di Magliano (CB), per l’animazione culturale creativa e la formazione dei giovani ispirata alla pace e ai diritti umani.
Premio “EIP per una scuola al servizio dell’umanità” 2022, alla insegnante Antonia Martina per l’educazione e la formazione degli alunni ispirata alla pace e allo sviluppo sostenibile e per la pubblicazione La fabbrica dell’armonia.
Premio “EIP innovazione didattica” 2022, alla prof. Simona Saporito, per l’impegno e i risultati ottenuti in progetti di innovazione didattica al servizio della propria scuola
Premio “EIP cooperazione educativa” 2022, alla signora Loredana Picca, in servizio presso il Liceo “Seneca” di Roma.

La grande scrittrice Edith Bruck sarà presente per ricevere le Prix International “Jacques Mühlethaler” 2022 pour la Paix et les droits de l’homme, per il libro Il pane perduto (La nave di Teseo, 2021), nel quale il pane assume il duplice significato di ricordare, nell’immane tragedia della Shoà, la dimensione affettiva familiare e l’impegno a non perdere il nutrimento della memoria.

Anche il Prof Luciano Corradini illustre pedagogista riceverà le Prix International “Jacques Mühlethaler” 2022 pour la Paix et les droits de l’homme, per l’impegno personale e professionale per una scuola al servizio dell’umanità attraverso l’educazione ai diritti umani e alla pace e per la promozione dell’Educazione civica.

Premiazione dei vincitori del 50esimo Concorso Nazionale EIP Italia

Due cerimonie a Roma per valorizzare il lavoro delle scuole sui Principi universali di Educazione civica


La Segreteria del Concorso sta ultimando le comunicazioni alle scuole e ai docenti referenti per completare tutti i dettagli organizzativi delle due Cerimonie di premiazione che si terranno

Saranno premiate le scuole vincitrici del riconoscimento nazionale in tutte le categorie del Concorso, insieme a docenti, dirigenti, studiosi e operatori della scuola che stanno dedicando la loro vita a promuovere la formazione delle nuove generazioni secondo lo spirito dei Principi universali.

Concorso Nazionale EIP Italia – 51° edizione

Pace, giustizia e istituzioni solide: invito ad approfondire il sedicesimo obiettivo dell’Agenda ONU 2030


Torna per la cinquantunesima volta il Concorso Nazionale EIP Italia, svolto ininterrottamente dal 1972 per valorizzare il lavoro e la creatività delle scuole italiane sui temi di educazione alla cittadinanza.

Il Consiglio direttivo di EIP Italia ha scelto di dedicarlo per quest’anno all’Obiettivo 16 dell’Agenda ONU per lo sviluppo sostenibile “Pace, Giustizia e Istituzioni solide”, dedicato alla promozione di società pacifiche ed inclusive ai fini dello sviluppo sostenibile, per fornire l’accesso universale alla giustizia e costruire istituzioni responsabili ed efficaci a tutti i livelli.

Le scuole possono partecipare ad una delle dieci sezioni, che spaziano tra arte figurativa, musica, poesia, giornali scolastici e varie proposte didattiche.

Come ogni anno saranno assegnati anche:

Premio “E.I.P. Jean Piaget” per dirigenti scolastici

Premio “E.I.P. innovazione didattica” per docenti

Premio “E.I.P. cooperazione scuola” per il personale ATA

La scadenza per l’invio dei lavori è fissata al 30 aprile 2023.

Di seguito è possibile scaricare il bando, con i moduli da inviare alla Segreteria del Concorso:

Certamen latinum “Vittorio Tantucci” – undicesima edizione

Un concorso per gli studenti delle classi quarte e quinte delle scuole secondarie di II grado con insegnamento della lingua latina (licei classici, scientifici e linguistici), inserito nel Programma per la valorizzazione delle eccellenze del Ministero dell’Istruzione per l’anno scolastico 2022-2023


E.I.P. Italia e Accademia Italiana di Poesia indicono l’undicesima edizione del Certamen latinum “Vittorio Tantucci”, allo scopo di promuovere lo studio della lingua latina e l’approfondimento delle sue capacità espressive attraverso la riflessione sulla perenne attualità di tematiche esistenziali, che hanno trovato voce e corrispondenza di accenti sia nella poesia latina che in quella moderna e contemporanea.

Il tema scelto per quest’anno è

Il Certamen si articola in due sezioni:

Certamen Latinum “Vittorio Tantucci” destinato agli studenti

Certamen Latinum “Vittorio Tantucci” destinato a docenti e studiosi di lingua latina

Scadenza per la presentazione dei lavori è il 10 marzo 2023.

Di seguito è possibile scaricare il bando di concorso:

Vincitori 50° Concorso Nazionale

Il Comitato paritetico MI-EIP si è riunito il 9 giugno per valutare gli oltre 200 lavori inviati dalle scuole.


Lavori inviati da 230 Istituti scolastici di tutte le regioni italiane, a rappresentare i “Principi universali di Educazione civica” sono la testimonianza della vitalità della scuola, fatta dai dirigenti, dagli insegnanti e dagli studenti che ogni giorno si impegnano a crescere.

I criteri di valutazione con cui è stata fatta la selezione istruttoria sono i seguenti: 

  1. Aderenza tra il prodotto/progetto presentato e i requisiti indicati nella specifica sezione del Concorso
  2. Qualità tecnica del prodotto realizzato e/o qualità didattica e metodologica del progetto, valutate anche in relazione all’età degli studenti e delle classi partecipanti
  3. Originalità e creatività
  4. Partecipazione attiva degli studenti
  5. Ampiezza del coinvolgimento degli studenti

Alla ripresa delle lezioni, nel mese di settembre 2022, saranno comunicati da E.I.P. Italia, tramite pubblicazione sui propri siti web e invio di una comunicazione in posta elettronica, il luogo e la data della Cerimonia di Premiazione delle Scuole risultate vincitrici dei Premi nelle varie Sezioni.

Alle Scuole che hanno meritato una “Menzione d’onore”, non compresi nel successivo elenco, sarà fatta pervenire la comunicazione e il riconoscimento nel mese di Settembre 2022.

Di seguito l’elenco completo dei Premi nazionali e regionali:

Un riconoscimento alla Presidente Anna Paola Tantucci

In occasione del 50° anniversario dalla fondazione della sezione italiana di EIP.

“Economia sostenibile ed ecosistema ambientale” è il titolo del Convegno di studio tenuto a Procida nei giorni 26 e 27 maggio, con l’organizzazione collaborativa tra Università degli studi “Federico II” di Napoli, Associazione culturale “Ethos e Nomos”, EIP Italia, Congregazione dell’Immacolata dei Turchini e altri prestigiosi Enti e Associazioni.

Due giornate che hanno avuto al centro la riflessione su bellezza, paesaggio, salute e Costituzione, sostenuti dall’ambiente della Capitale della cultura 2022.

In occasione dell’incontro, nel corso del quale sono state premiate alcune scuole partecipanti al Concorso “L’isola gelosa”, gli organizzatori hanno riservato un riconoscimento alla Presidente nazionale di EIP Italia, preside prof. Anna Paola Tantucci, “instancabile risorsa sociale nel costruire cultura di pace e coscienza civica nella scuola”.

In rebus adversis vera virtus cernitur

Convegno di studio nell’ambito della Cerimonia di premiazione dei Certamina di poesia latina “Vittorio Tantucci e Scevola Mariotti”


Sabato 29 aprile dalle ore 9.30, presso l’Aula Magna “Santa Caterina”, si svolgerà la Cerimonia di premiazione della decima edizione dei Certamina “Vittorio Tantucci e Scevola Mariottti”, organizzata da E.I.P. Italia, in collaborazione con l’Università LUMSA e l’Accademia Italiana di Poesia.

I Certamina, aperti a studenti, studiosi e cultori, si propongono di promuovere lo studio della lingua latina e l’approfondimento delle sue capacità espressive attraverso la riflessione sulla perenne attualità di tematiche esistenziali, che hanno trovato voce e corrispondenza di accenti sia nella poesia latina che in quella moderna e contemporanea.

Per entrambe le sezioni, il tema prescelto per l’anno 2022 è In rebus adversis vera virtus cernitur.

La sezione “Vittorio Tantucci”, riconosciuta dal Ministero dell’Istruzione come evento di eccellenza ai sensi del DM 655/2020, è riservato a studenti delle classi quarte e quinte delle scuole Secondarie di secondo grado con insegnamento della lingua latina (licei classici, scientifici e linguistici) ed è intitolato al celebre latinista Vittorio Tantucci, autore della grammatica latina più nota dal dopoguerra ad oggi in Italia e all’estero.

Studentesse e studenti hanno avuto la possibilità di elaborare un componimento latino in poesia, comprendente non meno di 20 versi e non più di 40, accompagnato da una traduzione italiana di carattere poetico; un componimento latino in prosa con traduzione italiana (massimo 600 battute), concernente una riflessione critica sui versi di un poeta latino sul tema proposto, a scelta del candidato oppure un elaborato multimediale (sceneggiatura, drammatizzazione di un testo classico sul tema, presentato su supporto multimediale, CDROM o DVD) della durata massima di 10 minuti, a cura di un singolo o di un gruppo di studenti.

La sezione “Scevola Mariotti” è riservato a studiosi e cultori della lingua latina ed è intitolato a Scevola Mariotti, insigne filologo della “Sapienza” di Roma, autore, tra l’altro, in collaborazione con Luigi Castiglioni, di un noto Vocabolario della lingua latina.

I concorrenti, esperti e cultori hanno presentato un componimento in versi (non meno di 30 e non più di 100 versi), contrassegnato da un motto.

La Cerimonia di premiazione sarà aperta con un messaggio della Sottosegretaria al Ministero dell’Istruzione Sen. Barbara Floridia, il saluto del Magnifico Rettore prof. Francesco Bonini, presidente della Giuria, e on un approfondimento della prof.ssa Carla Guetti, della Direzione generale per gli ordinamenti scolastici, la valutazione e l’internazionalizzazione del sistema nazionale di istruzione del Ministero dell’Istruzione.

Seguiranno gli interventi del prof. Rocco Pezzimenti, dell’Università LUMSA, su “La lingua latina presupposto della società aperta”, del prof. Piergiorgio Parroni, professore emerito di Filologia classica all’Università “La Sapienza”, su “Virtù e coraggio in Seneca” e dal prof. Arduino Maiuri, docente ed esperto in cultura classica, su “Plutarco, la virtù delle donne”.

La Giuria ha assegnato il Premio “Vittorio Tantucci – Scevola Mariotti 2022” a Michele Mirabella, giornalista e scrittore, per la diffusione della cultura classica attraverso la divulgazione scientifica, che presenterà un intervento dal titolo “Cantami o mouse! Il mondo di oggi spiegato dagli antichi”.


A seguire la premiazione del Certamen “Scevola Mariotti”, al Prof. Giovanni Andrisani per il poema “Hora Canis”, con una speciale Menzione d’Onore al Prof. Sergio Foscarini, per la composizione poetica Monstrum Occide Tuum.

Quindi, la premiazione dei vincitori del Certamen “Vittorio Tantucci”.

Primo Premio nazionale al Poema Spes Virtutis dello studente Gianmaria Puglisi della classe V B del Liceo Classico Statale “F. Maurolico” di Messina (Dirigente scolastico Giovanna De Francesco – Coordinatore Prof. Sergio Foscarini)

Secondo Premio nazionale ex aequo al Poema Tempestas et quies della studentessa Giovanna Di Castro della classe IV A del Liceo Classico Statale “Archita” di Taranto (Dirigente scolastico Francesco Urso – Coordinatore Prof. Gaetana Rago)

Secondo Premio nazionale ex aequo al Testo critico in prosa Calamitas Virtutis Occasio est dello studente Paolo Cupelli della classe III B del Liceo classico Statale “C. Tacito” di Roma (Dirigente scolastico Daniela Pucci – Coordinatore Prof. Arduino Maiuri)

Terzo Premio nazionale ex aequo al Testo Multimediale Dialogus de virtute delle studentesse Caterina Catuogno, Elena Olimpia Majo Orsini, Raffaella Soviero della classe IV L del Liceo Classico “Umberto I” di Napoli (Dirigente scolastico Carlo Antonelli – Coordinatore Prof. Paola Cassella)

Terzo Premio nazionale ex aequo al Poema Ut Guttae della studentessa Sofia Fusciani della classe IV B del Liceo Classico “G. Mameli” (IIS “Salvini”)  di Roma (Dirigente scolastico Maria Urso – Coordinatrice Prof Roberta Caradonna)


Il liceo Enzo Rossi premiato al festival del cinema di Venezia

Il giorno 11 dicembre presso la sede distaccata del liceo Enzo Rossi, scuola EIP, presso la Casa Circondariale femminile di Rebibbia verrà consegnato dal preside prof. Danilo Vicca il premio del Festival del Cinema di Venezia alle studentesse detenute per il corto Volti .

Continua a leggere Il liceo Enzo Rossi premiato al festival del cinema di Venezia